Cosmofarma presenta il focus sull’Oral Care

Trascurato dalla farmacia forse per la concorrenza extracanale che lo contraddistingue, il mercato dell’oral care può invece offrire importanti spazi alla dimensione professionale del farmacista, soprattutto se alla base ci sono nuove sinergie con gli altri professionisti del comparto (odontoiatri e igienisti). Sarà questo il filo conduttore di uno dei 4 focus della 18a edizione di Cosmofarma.

Il tema dell’oral care viene approfondito nella giornata del 10 maggio e metterà a confronto farmacisti, produttori del comparto e rappresentanti dell’università (tra i quali la prof.ssa Laura Strohmenger, ordinario di Odontoiatria all’Università degli Studi di Milano e coordinatore del Centro di collaborazione Oms per l’Epidemiologia e l’Odontoiatria, e Maria Grazia Cagetti, anch’essa docente di Odontoiatria a Milano).

Ad aprire sarà il sondaggio condotto da Key-Stone su un panel di una quindicina di manager di aziende dell’oral care. «A tutti» spiega Roberto Rosso, presidente della società di ricerche «abbiamo chiesto quale immagine avessero della farmacia, quali attese e quali le possibili collaborazioni con dentisti e igienisti. Nell’insieme, è emerso che la farmacia gode di un’elevata autorevolezza tra le imprese del comparto, ma finora il farmacista sembra mostrare minore interesse a coltivare e valorizzare quest’area».
Ed è un peccato, perché le opportunità ci sono e non riguardano soltanto il mercato in sé: «Se si gettasse un ponte tra dentisti da una parte e farmacisti dall’altra» prosegue Rosso «si creerebbe tra queste due figure una collaborazione sinergica, estremamente proficua sul fronte della comunicazione e dell’educazione al cittadino: l’oral care, in sostanza, può essere il punto di partenza di un’attività di consiglio rivolta alla prevenzione e alla salute nella quale il farmacista può fare molto, a patto che ascolti e capisca i bisogni del paziente. Anche nei segmenti in cui oggi la farmacia crede che l’unica leva giocabile sia quella del prezzo – per esempio i dentifrici – ci sono in realtà referenze che offrono spazi da riempire di contenuti professionali».

Unitamente alla presentazione della ricerca sarà previsto l’intervento di P&G, multinazionale che distribuisce in farmacia marche storiche come AZ, OralB e Kukident, che racconterà il punto di vista delle aziende. “Il farmacista è sempre di più un consulente della salute, importante punto di riferimento per i cittadini sul territorio” – commenta Federico Aureli, direttore commerciale Canale Farmacia per P&G – “Fondamentale il ruolo delle aziende nell’affiancarlo con una continua informazione e aggiornamento volta a sensibilizzare quotidianamente gli Italiani sull’importanza della prevenzione delle patologie orali, anche attraverso la raccomandazione di prodotti ad efficacia clinicamente dimostrata come gli spazzolini elettrici”.

Scarica il comunicato stampa