Start-Up Village 2016

Cosmofarma e Wellcare hanno presentato la seconda edizione di  Start-Up Village. Un’area dedicata ai progetti innovativi per la farmacia dei servizi e al marketing farmaceutico.     

Durante la manifestazione sono state valutate le migliori Start-up di servizi high tech per il benessere e per il marketing di settore.

Lo spazio voluto da Cosmofarma è organizzato da Wellcare, la prima agenzia di Marketing e Comunicazione specializzata nell’health e beauty care a fare scouting di progetti innovativi tra giovani imprenditori e ricercatori dei principali poli universitari e incubatori scientifici. La selezione riguarda startup del settore: salute, benessere, fitness, nutrizione, bellezza, ICT, management e marketing farmaceutico. Il progetto si è focalizzato su servizi e prodotti high tech e digital che aiutano a stare meglio e a creare un collegamento tra professionisti e pazienti. Da quest'anno anche le aziende sono entrate a far parte dello spazio dedicato allo Start-Up Village grazie all'Adoption Program. Un’occasione imperdibile per le aziende di garantirsi massima visibilità con media, stakeholders e visitatori.

Scopriamo di più sul progetto con l'intervista a Giovanni Borroni, CEO Wellcare Marketing & Communication.

Le startup sono la linfa dell’innovazione del mercato. Ci può descrivere il contributo effettivo, l’energia creata dalle nuove idee che si riescono a realizzare?
Stiamo vivendo una rivoluzione nel pharma. A guidare il cambiamento è l’innovazione digital. App e medical device user friendly miglioreranno non solo le cure e la salute, ma anche i rapporti tra paziente e medico, tra consumatore e aziende farmaceutiche. Il cambiamento sarà rapidissimo. Per essere protagonisti bisogna guardare alle nuove opportunità che molte startup stanno sviluppando con l’energia e l’entusiasmo propri dei giovani. Le imprese, piccole o grandi che siano, si troveranno ad offrire così non solo pillole, ma soluzioni e sicurezze.

La farmacia è sempre più digitale. Quali sono le tendenze del settore?
E lo sarà sempre di più. Il processo è partito al rallentatore in Italia, ma i nuovi servizi digitali, oggi low cost e facili da implementare, esaltano il ruolo del farmacista come consulente primario della salute dei cittadini. Il digitale in farmacia è una calamita eccezionale per fidelizzare il consumatore. La comunicazione con i clienti si amplifica e allo stesso tempo si semplifica rafforzando il rapporto di fiducia e stima che contraddistingue le farmacie italiane. Allo StartUp Village le tendenze del settore sono ben rappresentate e interpretate con un approccio problem solving. Per i visitatori di Cosmofarma sarà un coinvolgente viaggio nel futuro prossimo.

Le aziende del possono dare un contributo importante a questo progetto. Come possono partecipare?
Certamente. Ogni imprenditore può guidare questa rivoluzione. Le startup sono un’eccezionale fonte di rinnovamento e arricchimento per un’azienda farmaceutica. Ecco perché quest’anno al Cosmofarma StartUp Village abbiamo voluto creare un ponte tra le imprese del pharma e le startup del settore. L’Innovation Adoption Program vuole favorire questo incontro, uno scambio di know how, una partnership per un arricchimento reciproco. E una spinta a migliorare la salute e la condizione di vita di tutti.