Sergio Dompé

Nato a Milano il 14 ottobre 1955, Sergio Dompé è Presidente dell’omonimo Gruppo biofarmaceutico, focalizzato nello sviluppo di soluzioni terapeutiche innovative per malattie rare, spesso orfane di cura.
Imprenditore del settore Farmaceutico e Biotecnologico, gli sono state conferite, nel 1996, la Laurea Honoris Causa in Biotecnologie con indirizzo farmaceutico (Bologna), nel 2005 in Biotecnologie Mediche (L’Aquila) e nel 2010 in Farmacia (Urbino).

Tra i primi in Italia a intuire il reale valore delle biotecnologie applicate alla salute umana, sviluppa una fitta rete di collaborazioni con i più significativi Centri Ricerca nelle patologie nelle aree terapeutiche in cui Dompé concentra il proprio impegno.

Ad oggi, Dompé ha consolidato il proprio impegno in R&D promuovendo 21 trial clinici che hanno coinvolto 1.200 pazienti nel mondo, condotti grazie alla collaborazione con un network internazionale di 200 centri di ricerca.
Nel 2016 finanzia e dà vita alla Società Movendo, una medical company innovativa nata dall’Istituto Italiano di Tecnologia per sviluppare le tecnologie più avanzate al servizio dell’uomo e prodotti nell’ambito della riabilitazione motoria.

Nel 2016 Sergio Dompé è stato insignito del Premio della Fondazione Aiuto alla Ricerca nelle Malattie Rare (A.R.M.R.), un riconoscimento conferito a persone che si sono distinte per l’impegno nel campo della ricerca, intesa anche come testimonianza di vita.

Incarichi Istituzionali

Dal 1998 al 2004: Presidente Assobiotec.

Dal 2004 anchor investor in Philogen, società leader nella ricerca e sviluppo di anticorpi.

Dal 2005 al 2011: Presidente Farmindustria.

Dal 2006 al 2011: Presidente del Comitato di Valutazione del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche).

Dal 2007 al 2015: Componente del Consiglio della Fondazione IIT (Istituto Italiano di Tecnologia).

Dal 2014 al 2016: Componente della Commissione Esperti Brevetti del CNR.

Dal 2014 al 2016: Componente del Consiglio di Reggenza della Banca d’Italia (Sede di Milano).

Dal 2015: Componente del Consiglio Generale di Confindustria in rappresentanza di Farmindustria.

Dal 2016: Censore della Banca d’Italia (Sede di Milano).