Comunicati stampa

06 Novembre 2013

FEDERFARMA – LA RETE DELLE FARMACIE: UNA RISORSA PER LA SALUTE E PER LA SOSTENIBILITA’ DEL SSN

In Italia operano circa 18.000 farmacie, capillarmente presenti su tutto il territorio nazionale, dalla
grande città al piccolo centro rurale. Forniscono ovunque uno standard di servizio omogeneo grazie
al sistema di regole finalizzate a garantire la tutela della salute dei cittadini, regole la cui validità ed
efficacia è stata ripetutamente ribadita sia dalla Corte Costituzionale italiana che dalla Corte di
Giustizia Europea.

Nelle farmacie italiane operano 50.000 farmacisti che sono a disposizione dei cittadini 24 ore su 24,
tutto l’anno. Le farmacie sono tutte convenzionate con il SSN, informatizzate e collegate in rete.
Questo permette di monitorare i consumi dei farmaci e la spesa farmaceutica convenzionata, di
effettuare farmacovigilanza. Grazie ai programmi di allerta rapido le farmacie ritirano dal mercato,
nel giro di poche ore, qualsiasi farmaco o prodotto ritenuto dannoso per la salute dall’autorità
sanitaria.

Per tutti questi motivi le farmacie sono un importante punto di riferimento per i cittadini non solo
per la dispensazione dei farmaci, ma anche per l’erogazione di servizi aggiuntivi e la fornitura di
consulenza e informazione sul corretto uso dei medicinali, sugli integratori – un settore in
espansione nel quale il consiglio del farmacista assume una rilevanza particolare – sulla salute in
generale e sui servizi sanitari presenti sul territorio.

Attivando le prestazioni di alto valore sociale e sanitario, previste dalla normativa sui nuovi servizi
in farmacia (legge n. 69/2009 e decreto legislativo attuativo n. 153/2009), le farmacie possono dare
un ulteriore contributo alla sostenibilità del sistema. Il coinvolgimento della farmacia è previsto in
diversi ambiti: assistenza domiciliare integrata; offerta di prestazioni, in farmacia e a domicilio da
parte di altri operatori socio-sanitari come infermieri e fisioterapisti; iniziative per favorire il
corretto uso dei farmaci e il monitoraggio delle terapie, in modo da garantire l’aderenza dei pazienti
alle cure, ottenere migliori risultati terapeutici e ridurre gli sprechi; programmi di educazione
sanitaria e prevenzione, anche attraverso screening di massa; test diagnostici di prima istanza, per
monitorare lo stato di salute della popolazione; prenotazione di visite specialistiche ed esami
diagnostici tramite CUP, con pagamento del ticket e ritiro del referto in farmacia.

Tali servizi potranno essere erogati in maniera omogenea, in regime di SSN, in tutto il Paese, dopo
che sarà stata rinnovata la convenzione farmaceutica nazionale (cioè l’accordo che regola i rapporti
tra farmacie e SSN). I nuovi servizi erogati dalle farmacie, in sinergia con gli altri operatori
sanitari, permetteranno al SSN di ridurre i costi di servizi oggi spesso forniti in modo frammentario
e con oneri non sempre verificabili, a partire dalla distribuzione attraverso le farmacie di farmaci
oggi disponibili solo tramite le strutture pubbliche.

Media Partner